lunedì, novembre 19, 2007

Viva Mexico!

Sono gia' passati 8 giorni da quando sono arrivato in Messico e mi sembra siano passati 8 mesi;

Il primo giorno era proprio "Messico e nuvole"; ma dopo un paio di giorni, giusto il tempo per smaltire l'effetto jet-lag, le nuvole si sono diradate e mi sono potuto godere il sole di monterrey e vedere questa bellissima citta' che e' tutta in festa per il forum delle culture soprattutto negli ultimi due giorni poiche' c'e' anche l'anniversario della Rivoluzione messicana.
Queste sono alcune foto del "Parco Fundidora" dove si tiene il forum, che, da ex fonderia e' diventato uno enorme parco-museo di archeologia industriale con edifici dove si tengono mostre e palchi qua' e la' dove si fanno concerti e spettacoli teatrali;
Per arrivare in città senza macchina si può comodamente percorrere il "Paseo Santa lucia",un fiume frequentato continuamente da molta gente; Quì si puo' assistere di giorno agli spettacolari giochi d'acqua e di notte ai colorati giochi di luce fino ad arrivare alla fine nel cuore della città: la Macroplaza, la piazza più grande del mondo dopo PiazzaTienanmen di Pechino;
a tratti ricorda anche Venezia e ci sono anche le gondole.
Alcuni scenari del parco e l'interno dell'albergo ricordano molto l'Indastria di Conan.






Il lavoro procede bene, io e Dario lavoriamo mezza giornata, alterniamo il laboratorio di fumetto con quello di animazione fatto da Walter Dipino e Simona Tomei dello Doppiavu' Studio;
I bambini messicani sono meravigliosi e le famiglie sempre allegre e cordiali;
Il progetto va avanti molto bene e penso che alla fine ne uscira' una bella storia a fumetti ambientata tra Napoli e Monterrey;

Nell'ultima foto Dario si e' fatto immortalare con un bimbo che gli ricorda molto Lavezzi.


Anche io a volte disegno un po', ed era da parecchio che non coloravo con i pastelli.


Sto imparando un sacco di parole, Dibujos per esempio signica disegni.

Qui' tutto e' diverso l'odore della terra, il sapore dell'acqua... anche le nuvole a volte mi sembrano diverse;
la gente e' bellissima ed e' sempre gentilissima e sorridente.
Stasera siamo stati a casa di Eduardo, un ragazzo messicano che lavora alla nostra carpa (stand) e finalmente, dopo giorni di ristoranti dal sapore non sempre veritiero, abbiamo assaggiato i veri fagioli alla messicana!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

..senza dimenticare i bellissimi occhi dei bimbi messicani: enormi e profondi, possono comunicare tutta la gioia e la dolcezza senza bisogno di conoscere il loro idioma :)
Simona

Lorenzo ha detto...

Ma torni vero?
Non è che poi ci prendi gustomti trovi una bella messicanona e ri trasferisci lì a vita.
Già ti vedo in camicia fantasia,sigaro,cappello di paglia e pelazzo in fuori!

Paco ha detto...

grazie simona, è stato un piacere lavorare con te


grazie lorenzo ci sentiamo in questi giorni mi vesto con camicia fantasia cappello di paglia e sigarone!