venerdì, marzo 02, 2007

Avventura al museo

Le location del numero 1 di omar moss sono: Monte Echia, Piazza del Gesù dove Omar abita e ha il suo negozio(al n.33), Posillipo dove cè la villa di Ares (uno dei cattivi della serie) e il Museo Archeologico di Napoli, dove inizia la storia.

Il problema che mi si è presentato durante la stesura del fumetto è dove spuntasse una finestra del Museo Archeologico e se poteva essere una possibile via di fuga per il protagonista; dubbi che anche con la pianta del museo, google earth e i consigli dell'amico architetto Raffaele, non sono riuscito a fugare.

Quindi mi reco sul posto munito di macchina fotografica.
All'entrata, tra le orde di turisti, qualcuno si sarà chiesto perchè fotografavo le architetture strafegandomene delle opere, ma non potevano sapere che avrei visto dopo con calma tutto il museo e che in quel momento il mio obiettivo primario era al primo piano: La sala dell'Atlante (dove c'è la celebre statua che sorregge la sfera celeste, da molti erroneamente confusa con il mondo).

Appena arrivo al primo piano mi accorgo che la sala è chiusa...maledizione, giro un pò intorno vedendo veneri e satiri di marmo che sembrano farsi beffe di me;
disperato sto per cedere al mio famoso pessimismo ma vedo alcuni ragazzi che stanno lavando a terra e hanno lasciato la porta di una stanza laterale a quella dell'atlante, aperta;
Mi intrufolo nella saletta ed entro finalmente nella sala dell'Atlante;
Subito mi accorgo di quanto sia enorme rispetto a quello che pensavo vedendo le foto su internet.
Inizio a fare le foto in quel silenzioso e fantastico salone ma il problema resta la finestrella lassù e se spunta dove ho pensato io nella mia storia... l'ideale sarebbe stato salire sul tetto o trovare il modo di capirlo da una prospettiva diversa;
Mentre titubo sotto la finestra arriva un custode che mi dice "embè? e che stai facenn cca?? non si può stare la sala è chiusa" gli spiego che ho fatto il biglietto solo per vedere quella sala vuota perchè devo verificare le vie di fuga del mio personaggio; lui mi risponde, "e arò sta stu personaggio?" gli spiego che non esiste ed è un personaggio di un mio fumetto e gli spiego tutta la scena d'azione, lui sorride e dice: " venite cu 'mme, venite" mi porta attraverso un passagio segreto e una scala a chiocciola interna vietata al pubblico dove finalmente capisco come è la faccenda e verifico un sacco di cose.
Resto in giro per quelle parti ancora un pò, prendo appunti faccio foto e poi scendo da un altra parte per andarmene e lo vedo vicino ad una finestra a fumarsi una sigaretta, ci scambiamo un occhiata che vuol dire:
"Grazie buon custode"
"Prego tipo strano".

5 commenti:

Giovanni Battisti ha detto...

Ciao Paco
sono arrivato sul tuo sito dal MySpace di MaxGagliardi. Che dire? Bravo, un bel tratto, delle belle tavole... dove è possibile vedere qsa di + sul tuo stile? e sulle tue animiazioni?
Buon lavoro
Giovanni B.

Paco Desiato ha detto...

ciao giovanni, grazie per essere passato e grazie per i complimenti; le animazioni sono solo quelle sul blog specifico, per vedere altri miei lavori puoi provare a cercare le pubblicazioni linkate a destra (anche se temo sarà arduo, (Papele Satanno ad esempio penso sia esaurito),in ogni caso il lavoro più bello sarà sicuramente quello che sto per pubblicare a breve, ciao;)

Ghita ha detto...

Sei il mio solito genio del male preferito!

Paco Desiato ha detto...

uha-HA-HA-HA cof cof

Leely ha detto...

UN niveau de dessin extraordinaire !
Bravissimo !